L’agricultura naturale e il miglioramento dell’essere umano – Semi di Resilienza

nature10

Il buon Masanobu Fukuoka diceva già nel secolo scorso che il fine principale dell’agricoltura naturale, oltre alla produzione di raccolti, è il miglioramento dell’essere umano.

Questo pensiero mi accompagna praticamente ogni giorno da ormai 10 anni, dentro e fuori dall’orto, quando sono solo e quando sono in compagnia, quando tutto è calmo e quando nel flusso della vita si manifestano degli imprevisti potenzialmente burrascosi.
L’orto entelekia nasce nel 2014 e fin dal primo momento per noi è stata chiara l’importanza di ricollegarci al filo della tradizione contadina, la cui fiamma ancora pulsa nella nostra memoria genetica e nel grembo della Terra.
Gli aspetti delle antiche pratiche rurali che principalmente ci affascinano sono certamente la salvaguardia della biodiversità, la riproduzione e lo scambio dei semi in funzione di un’agricultura evolutiva e resiliente.

cropped-dsc02560.jpg

A tal proposito, nella quotidianità dell’orto entelekia abbiamo avuto modo fin dai primi anni di scontrarci con alcune realtà più grandi di noi vivendo  circostanze inizialmente destabilizzanti come:
nell’apice della fioritura dei nostri broccoli preferiti, quando già stiamo pregustando la futura raccolta dei loro semi, vedere presentarsi due rappresentanti di una ditta sementiera locale che ci invitano a rimuovere le nostre piante in fiore per evitare le impollinazioni incrociate con i loro campi distanti poche centinaia di metri dall’orto entelekia. Trattandosi di campi con coltivazioni ibride, ci spiegano, è bene che le loro varietà non ricevano pollini esterni, al fine di mantenere la purezza varietale.
A nostra volta, ci diciamo, anche noi preferiremmo che le nostre piante, varietà antiche e resilienti, non vengano impollinate dalle loro linee pure.

SONY DSC

Di fronte al loro invito di estirpare le nostre piante in fiore potremmo agire in due modi:
1) obbedire, magari mossi dalla paura di eventuali ripercussioni legali in caso di disobbedienza;
2) disobbedire, magari mossi dall’impeto arrogante secondo cui: ” chi sono loro per dire a noi cosa possiamo o cosa non possiamo fare?! ”
e in questa circostanza riaffiora alla memoria quella frase di fukuoka:
” il fine ultimo dell’agricoltura naturale, oltre alla produzione di raccolti, è il miglioramento dell’essere umano ”

Ecco, ritrovando questa consapevolezza diventa impensabile scegliere dalle prime due ipotesi appena elencate: impensabile agire mossi dalla paura, impensabile agire mossi dall’arroganza poiché sono entrambi frutti dell’ego, ma il nostro desiderio è quello di migliorarci come esseri umani, preferendo _ quando possibile _ accantonare l’istinto precipitoso dell’ego, a favore di qualcos’altro.
E allora, come agire? Una terza possibilità si rivela:

SONY DSC

agire con la coscienza, cercando prima di tutto il dialogo, la mediazione, e _ ancor prima _ cercando di osservare chi abbiamo di fronte non come fosse un nemico, ma riconoscendolo come un nostro simile.
Così facendo, ad oggi, anno dopo anno, stiamo riuscendo a trovare soluzioni resilienti grazie a cui nessuno viene danneggiato, ma tutti ne risultano soddisfatti.

Le prime gesta avvenute su questo tema si possono trovare nei capitolo 18 e 20 del documentario pubblicato su youtube intitolato “un percorso nell’orto entelekia”, inoltre, da tutto questo nascono anche i due seguenti video realizzati a fine marzo 2020:

Se avete tempo, consigliamo la visione di entrambi a cominciare dal primo, più centrato sugli aspetti tecnici del contesto agricolo

e successivamente il secondo più centrato sugli aspetti riflessivi del contesto umano

Per ora è tutto.
Un saluto dall’orto entelekia con il rinnovato invito di seminare, nel proprio giardino interiore, i semi della resilienza e della pace.
Grazie e a presto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...